Firenze-Falterona

Un'avventura in luoghi magnifici e selvaggi...

Una riscoperta di storie di un tempo passato che hanno reso il territorio come lo vediamo oggi...

Un viaggio a piedi di circa 80 km divisibile in 5 tappe che possono essere percorse singolarmente in giorni diversi per assaporare al meglio queste straordinarie terre oppure un giorno dietro l'altro, appoggiandosi alle strutture ricettive che si incontreranno lungo il tragitto...

Si parte da Firenze e si prosegue verso l'antica Fiesole, città etrusca dalla storia antica. Si cammina poi lungo il sentiero di Stilicone, fino all'Olmo, zone che nel 406 d.C videro un'epica battaglia fra l'esercito romano e gli Ostrogoti di re Ragadasio. 

Poi si rimane affascinati dal Santuario della Madonna del Sasso, e dalla storia della vita agreste di Monte Giovi: dai vigneti e oliveti alle burraie e  ai campi un tempo coltivati. Monte Giovi è anche la "montagna dei ribelli"...una montagna dalla storia millenaria sulla cui cima svettava circa 3000 anni fa uno dei più antichi tempi etruschi...

La valle del torrente Rufina con antichi incastellamenti dalla storia misteriosa a guardia di una delle antiche viabilità che collegavano la Valdisieve al Casentino; a Tòsina, Borselli, si fermarono i cavalieri in viaggio verso il Casentino per condurre la battaglia, passata poi alla storia, fra Guelfi e Ghibellini: la Battaglia di Campaldino l'11 Giugno 1289. 

Madonna dei Fossi, Gualdo, Castel Castagniaio, erano "al di là del torrente Moscia, in luoghi abitati dai briganti che facevano da padroni", immersi nel verde delle foreste...

Foreste che prendono il sopravvento e imperano sul paesaggio salendo il Monte Faltrona, nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi...

 

Questo e tanto altro ne Le Vie dell'Appennino: Firenze-Falterona 

Download
Scarica Traccia Completa
Le Vie dell'Appennino Firenze-Falterona.
File GPS eXchange 441.1 KB

L'itinerario de Le Vie dell'Appennino: Firenze-Falterona, non segue la via più breve e diretta che collega la città di Firenze al Monte Falterona,

ma bensì si snoda anche e sopratutto attraverso i piccoli borghi, paesi, torri, monasteri, antiche foreste, località particolari; proprio perché si vuole far riscoprire quelle che sono le bellezze meno conosciute e in particolar modo le persone (I Custodi del Territorioche generazione dopo generazione hanno arricchito con il proprio vissuto il territorio rimanendo in armonia con lo stesso

Firenze-Santuario della Madonna del Sasso

Appena partiti già stanchi ...

Santuario della Madonna del Sasso-Cima Monte Giovi

Verso Monte Giovi, la Montagna della Vita

Cima Monte Giovi-Tòsina (Borselli)

Tòsina, nella valle della Storia


Tòsina-Castel Castagnaio-Mulin di Bucchio

I profumi deiBorghi

Mulin di Bucchio-          Monte Falterona

Nelle Foreste Selvagge